Lesbo story, due amiche speciali al telefono erotico godono insieme. il sesso lesbo in un'orgia telefonica

Amiche speciali al telefono erotico

DUE AMICHE PER LA PELLE

Io e Viola siamo amiche da una vita, abbiamo condiviso molte cose e, come si sa, tra ragazze si parla di tutto…a volte anche troppo. Oggi vogliamo raccontarvi cosa ci ha legato così tanto. La nostra amicizia era forte e Viola era la sola a cui confidavo davvero tutto, anche la mia passione esagerata per il sesso. E così, spinta dalla forte curiosità del sesso al telefono e di cosa facevo durante le chiamate erotiche inizia a chiedermi di assistere in silenzio e, magari, di partecipare se si fosse sentita a suo agio. Inizialmente ci rido su e faccio le classiche battutine della serie ”no che poi ti prende voglia e finisce che ti devo scopare”. Lei con un sorrisetto malizioso risponde che non sarebbe male e quello sguardo, seminascosto dalle sue ciocche rosse, mi fa sussultare. Lascio il discorso in sospeso e cambio argomento perchè ci dobbiamo preparare: stasera voglio uscire e divertirmi! C’è un locale, in città, che mi piace tanto quanto il suo proprietario e voglio essere perfetta così trascorriamo il pomeriggio a scherzare e a prepararci, truccandoci con cura e scegliendo dei vestitini piuttosto sexy. Alle 21 finalmente arriviamo al in questo locale e la serata trascorre piacevolmente. Ridiamo e beviamo tanto (quale delle due di più non saprei dirvelo) e a fine serata rientriamo a casa mia.

La prima telefonata erotica con la mia amica

Forse perché ”allegra” o perché, in realtà, non mi sono levata dalla testa quella sua espressione maliziosa…il pensiero di una telefonata erotica con lei vicino a me mi solleticava molto, cosi le chiedo se vuole ancora scoprire i segreti di una chiamata erotica del vivo. Beh, non mi fa nemmeno finire che si lancia sul letto e dicendo che non aspettava altro. Pochi minuti di attesa ed ecco la prima telefonata erotica. Mi chiama Fabio, un uomo dalla voce estremamente sensuale, iniziamo a parlare e, dopo aver appurato che a Fabio l’idea che ci fosse anche Viola in questa chiamata erotica piaceva parecchio…gli presento la mia amica! Iniziai a pensare a come scaldare l’ambiente dato che era la prima volta che Viola parlava di sesso in quel modo con uno sconosciuto. Cosi cerco subito di metterla a suo agio, le raccolgo i capelli e scopro il suo collo e, complice Fabio che mi dice di baciare la sua pelle cosi da potergli descrivere sapore e profumo, la bacio e ci prendo gusto e, dalla voce di Viola, anche lei sembra gradire.

Fabio porta ad un livello più caldo la telefonata e io ne approfitto per baciare la spalla nuda di Viola lasciando scivolare la spallina del suo vestitino. Cazzo quanto mi eccitava con quel micro abito! Tra un bacio e l’altro la mia lingua scorre fin sotto il suo orecchio, lo lecco, giro in torno al lobo con la lingua succhiandolo un pochino e lei, ormai preparata da Fabio, è visibilmente eccitata. Sicuramente complice la serata alcolica Viola finalmente si lascia andare alle piccanti richieste di Fabio che le chiede di baciarmi e accarezzarmi così ci mettiamo comode e, ormai quasi nude sul letto, vogliamo far fare la sborrata più intensa che Fabio abbia mai fatto al telefono. Ylenia e Viola insieme nella chiamata a tre, la chiamata più hot per un uomo che di telefonate erotiche se ne intende! Ci guida come un padrone, un maestro, e iniziamo a leccarci dapprima i capezzoli, mordicchiandoli, succhiandoli e io li sentivo diventare sempre più turgidi nella bocca di Viola.

Erano appuntiti, grossi, duri e Viola mi ripete che le sembra di spompinare una cappella per come se li lavora di lingua . Io che la palpo e le mie mani che finiscono tra le sue cosce e poi Fabio che ci ordina di assaggiare l’una la figa dell’altra e senza nemmeno capire come ritrovo il telefono sul cuscino in vivavoce e Viola su di me in un 69 bollente. Lei mi penetra con due dita mentre mi lecca e succhia le labbra poi si sposta sul clitoride e mi spompina anche quello e più sente che mi piace e più scava dentro di me con le sue dita. Fabio la incita ad aggiungere un altro dito e un altro ancora e io che non ci capisco più nulla. Voglio solo godere cosi tanto da non potermi più controllare ed esplodo in una vera e propria fontana! Nessuno mi aveva mai fatto squirtare cosi e Viola, tutta bagnata, che con le dita colanti mi schiaffeggia la figa ormai rossa e stragonfia che pulsa e gode ancora e ancora.

Fino a farla gridare di piacere

Sposto la mano fino ad aprire il cassettone del mio letto e prendo un dildo, il primo giocattolo erotico che mi arriva sotto mano. Le apro le cosce e lo strofino sulle sue labbra, le vedo colare e dico a Fabio che avrei voluto il suo cazzo li, in quel momento, a raccogliere con la cappella tutti gli umori di quella figa succosa. ”Alla faccia che era timida” penso tra me e me e continuo con lingua e cazzo a farla gemere fino a farla urlare di piacere. Quella sera ci siamo trasformate in due vere troie vogliose capaci di orgasmi fuori dal comune. Ecco, la sto scopando come piace essere scopata a me, forte, decisa, deve sentirlo tutto! Voglio vederla porca e voglio esserlo più di lei! Fabio ci sente e se la gode alla grande e mi incita a farla gridare e così cedo al pensiero che mi girava in testa dal momento che mi ha messo la figa in bocca.

Quel dildo oramai fradicio lo sfilo ed è bollente e la sua figa cola cosi tanto che mi ha già preparato il buco del culo. Si è pronto per il cazzo, e mentre la cappella sta entrando lei mi guarda con quella faccia maliziosa… lo vuole e lo vuole subito tutto dentro! Me la sto inculando e sapere che Viola vuole sentirlo tutto mi da prova di quanto sa essere troia quando vuole. Si prende le caviglie e se le tira su per tenere le cosce aperte e sollevate così le infilo un cuscino sotto i glutei e ora il suo culo e la sua figa aperta li ho proprio in bella vista. Più la sbatto e più gode fino a raggiungere l’apice del piacere, fino a gridare forte! Sono sicura che il suo orgasmo lo abbiano sentito anche i vicini e Fabio non resiste più, quasi mi implora…” Ylenia voglio sborrare…” . Ve lo assicuro, lo volevamo anche noi! Lo avrei ricevuto tutto in faccia, una densa e calda crema bianca sul nostro viso da ripulirci a vicenda con la lingua per concludere con il più bel bacio tra amiche che si possa desiderare. Questa è stata la prima volta di due amiche al telefono.

racconto di Ylenia e Viola

I tuoi commenti

  1. Corrado 0

    dopo che lo letto o chiamato ylenia e viola in coppia e sono fantastiche mi anno fatto godere e semrava che stavamo davvero tutti insieme. grazie ragazze e stato bellissimo

Scrivi il Commento